Sostegno di vita indipendente

percorsi personalizzati di vita indipendente

Le persone con disabilità intraprendono percorsi personalizzati di vita indipendente con il costante coordinamento della nostra educatrice professionale e il supporto di uno staff adeguato alle singole esigenze di ogni persona coinvolta.

Progetto di Castel Maggiore
Il progetto è stato avviato nel 2004, in via sperimentale, grazie alla collaborazione dell'associazione "Idee ed Esperienze", del Comune di Castel Maggiore, del Servizio Area Dipartimentale Integrazione Sociale e Sanitaria e Piano di Zona Distretto Pianura Est ed anche grazie al finanziamento della Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna.

Nasce così, a Trebbo di Reno, il primo appartamento finalizzato a promuovere percorsi di vita autonoma grazie all'uscita anticipata dalla famiglia.

Nell'Agosto 2009, grazie alla concessione di un nuovo e più ampio appartamento del Comune di Castel Maggiore, le tre ragazze si sono trasferite nella nuova abitazione che prevede una camera per ogni ragazza e per la badante, tre servizi igienici, cucina, sala, cantina, garage e un accogliente terrazzo e giardino. Questa nuova sistemazione,consente alle ragazze di usufruire a pieno di tutti i servizi del Comune di Castel Maggiore potendosi spostare in autonomia, anche senza l’auto.

Elena e Patty, che abitano insieme dall'inizio del progetto nel 2004, hanno accolto dal 2011 la loro compagna Ivana e oggi, dopo tanti anni di vita indipendente, hanno acquisito ottime autonomie. Le loro attività sono coordinate dall'educatrice professionale della Fondazione che cura i rapporti con le famiglie e con i servizi sociali e le guida verso il raggiungimento degli obiettivi dei loro progetti educativi individuali.

Progetto di Granarolo dell'Emilia - Appartamento A e B

A Novembre 2012, tre persone con disabilità hanno iniziato un progetto di vita indipendente presso l'appartamento "B", nel quale attualmente vivono Guido, Mirella e Gabriella accompagnati dalla badante Lesya.

Il 7 giugno 2017 è stato inaugurato un nuovo progetto di vita indipendente, nell'appartamento "A", che vede come protagonisti Alberto, Denis e Letizia accompagnati dalla badante Bouchra.

I progetti di vita indipendente di Guido, Mirella, Gabriella, Denis, Letizia e Alberto sono coordinati dall'educatrice professionale della Fondazione, che gestisce i rapporti con la famiglia e con i servizi sociali e sostiene i ragazzi nel loro percorso verso il raggiungimento degli obiettivi dei loro progetti educativi individuali.

I progetti della Fondazione si rivolgono a piccoli nuclei di persone con disabilità per poter mantenere un clima familiare e garantire il mantenimento del livello di qualità di vita progettato per ogni singolo ragazzo.

COD. FISC: 91262240376

 
Fondazione Le Chiavi di Casa Onlus